Benessere psico-fisico è qualcosa che tutti cercano, ma non tutti sanno di poterlo trovare in campania. Su tutto il territorio campano le fonti termo-minerali sono numerosissime e tutte con peculiarità diverse. L’attività termale è favorita da secolari riconoscimenti delle proprietà terapeutiche delle acque. Non a caso i Romani individuarono i Campi flegrei come sede di villeggiatura ed edificando monumentali complessi termali. La complessità della struttura geologica dell’isola d’Ischia è alla base della straordinaria varietà delle acque presenti nel suo sottosuolo. 29 bacini e 103 sorgenti termali distribuite sul territorio identificate per le caratteristiche chimico-fisiche in 2 categorie principali: acque cloruro-sodiche ed acque bicarbonato-alcaline. La radioattività, presente nelle diverse località isolane, rappresenta un’altra caratteristica specifica di 42 sorgenti in particolare quelle salso-solfato-alcalino-terrose.

Dal punto di vista terapeutico, le acque termali dell’isola d’Ischia, vengono impiegate prevalentemente per bagni, fanghi, trattamenti inalatori ed applicazioni ginecologiche.